Consulenza fondi europei per imprese

EPC Consulenza fondi europei
Consulenza fondi europei

Consulenza fondi europei per imprese

Facilitiamo l’accesso ai finanziamenti a fondo perduto ed agevolati. Noi ci occupiamo da tanti anni di consulenza fondi europei e di bandi di finanziamento europei ed abbiamo aiutato molte realtà produttive ad ottenere fondi comunitari dando loro un aiuto concreto. I fondi UE sono un’importante opportunità soprattutto in periodi di crisi economica e limitazioni all’accesso al credito.

EPC European Project Consulting, è il consulente unico per i fondi europei che sa dialogare con professionalità con i vari enti comunitari, statali  e regionali ed ora con l’approvazione del Recovery Plan NGEU si candida come consulente per le imprese che vorranno presentare progetti di qualità da essere finanziati con contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati,

EPC nasce per consentire ad enti, imprese ed associazioni e a tutti coloro che intendono dare al proprio lavoro un respiro europeo, la possibilità di accedere e di fruire delle ingenti agevolazioni offerte dall’Unione Europea. Attualmente siamo una realtà unica nel panorama italiano in grado di offrire servizi di consulenza integrati e specializzati nell’accompagnare e supportare le pmi. Ci autodefiniamo una boutique della consulenza fondi europei in quanto ogni impresa che richiederà la nostra consulenza avrà realizzato per la propria realtà un progetto adatto alle proprie esigenze di svipuppo.

Siamo una realtà consolidata nel fornire servizi di consulenza ed assistenza tecnica per:

  • sviluppo d’impresa;
  • sviluppo locale e marketing territoriale;
  • progetti complessi ;

Come  funziona il processo

Dopo la raccolta della documentazione economica e della parte anagrafica dell’azienda effettuiamo una prima analisi con l’obiettivo di precisare la fattibilità della richiesta:

1. l’analisi della situazione economico-finanziaria (personale e/o aziendale), ove necessario;

2. analisi della struttura dell’eventuale indebitamento (personale e/o aziendale), ove necessario;

3. individuazione delle “potenziali criticità” derivanti dall’eventuale presentazione della pratica/progetto di contributo (punteggio, aspetti tecnici, etc.);

4. elenco delle misure e/o bandi disponibili per la situazione aziendale;

5. ulteriori aspetti riguardanti il contributo a fondo perduto ed il finanziamento agevolato rispetto alla sua business idea e/o attività e/o ampliamento, etc.

Nel corso della nostra lunga esperienza nella consulenza fondi europei abbiamo deciso di focalizzare la prima attenzione definendo un’analisi ex ante che evidenzia la situazione complessiva e permette di evitare qualsiasi rischio nella presentazione della pratica/progetto rispetto al bando scelto e a valutare al meglio le reali esigenze del business. Un’analisi utile per evitare dispendi di tempo e di denaro in attività del quale non si può conoscere il possibile esito. 

Successivamente elaboriamo un Progetto per il bando: il suo obiettivo è quello di ottenere un contributo a fondo perduto e/o un finanziamento agevolato da fondi europei diretti od indiretti a seconda del tipo di bando e si svolge in contemporanea all’analisi o a seguito della stessa. Si basa su una presentazione di una proposta progettuale completa al fine dell’ottenimento di un importo richiesto dal neo imprenditore o dall’azienda per vari scopi (start up, investimenti, ampliamenti, etc). Ha un costo da calcolare, secondo il grado e la complessità del progetto e/o del bando e solitamente si compone di due parti, una fissa e una variabile, un rimborso spese + un compenso da pagare alla delibera di finanziamento per la consuelenza per il mnitoraggio e rendicontazione delle spese progettuali. Infatti,seguiamo la pratica di finanziamento durante tutto l’iter istruttorio e successivamente ci occupiamo delle fasi di rendicontazione e monitoraggio del progetto stesso.

Bandi Nazionali

I Bandi del Ministero dello Scviluppo Economico MISE si rivolgono a tutte le imprese del territorio nazionale e sono suddivisi sia per categorie temporali(start-up,imprese con iscrizione da piu’ di 24 mesi) che per categorie settoriali (manifattura, digitale, moda etc.).Generalmente vengono gestiti in tutte le fasi da Invitalia. Sono bandi con copertura delle spese in parte con contributi a fondo perduto ed in parte con finanziamento agevolato. Attualmente sono aperti i seguenti bandi:

  • Contratto di Sviluppo : con il Contratto di Sviluppo Invitalia sostiene gli investimenti di grandi dimensioni nel settore industriale, turistico e di tutela ambientale.L’investimento complessivo minimo richiesto è di 20 milioni di euro. Solo per attività di trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli si riduce a 7,5 milioni di euro. 
  • Nuove Imprese a tasso 0  ha l’obiettivo di sostenere, in tutta Italia, la creazione di micro e piccole imprese composte in prevalenza da giovani tra i 18 e i 35 anni oppure da donne di tutte le età.Prevede il finanziamento a tasso zero di progetti d’impresa con spese fino a 1,5 milioni di euro e può coprire fino al 75% delle spese totali ammissibili. Per il 25% residuo, si richiede il cofinanziamento da parte dell’impresa, con risorse proprie o mediante finanziamenti bancari.
  • Resto al Sud è l’incentivo che sostiene la nascita e lo sviluppo di nuove attività imprenditoriali e libero professionali in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia e nelle aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche, Umbria). È rivolto a chi ha un’età compresa tra i 18 e i 55 anni.
  • Tessile, Moda e Accessori, prevista dal “Decreto Rilancio” (art.38 bis), è finalizzata a sostenere e promuovere, mediante l’erogazione di contributi a fondo perduto:a) l’industria del tessile, della moda e degli accessori, con particolare riguardo alle start-up che investono nel design e nella creazione; b) i giovani talenti del settore del tessile, della moda e degli accessori che valorizzano prodotti made in Italy di alto contenuto artistico e creativo.
  • Smart & Start Italia è l’incentivo che sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative ad alto contenuto tecnologico in tutte le regioni italiane.L’obiettivo è stimolare una nuova cultura imprenditoriale legata all’economia digitale, valorizzare i risultati della ricerca scientifica e tecnologica e incoraggiare il rientro dei «cervelli» dall’estero.Sono finanziabili progetti con spese tra 100.000 euro e 1,5 milioni di euro.  
  • Nuova Sabatini : La misura Beni strumentali (“Nuova Sabatini”) è l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese
  • Economia Circolare è l’incentivo che favorisce la riconversione delle attività produttive verso un modello di economia che mantiene il più a lungo possibile il valore dei prodotti, dei materiali e delle risorse e che riduce al minimo la produzione di rifiuti.
  • Bando Voucher Digitali Imprese 4.0
  • Digital Transformation

Bandi Regionali

Tutte le regioni pubblicano periodicamente bandi per le imprese del loro territorio e sono generalmente gestiti dalle finanziarie delle regione come nel caso di Finlombarda per la Regione Lombardia. Si segnalano 2 bandi per le imprese lombarde:

  1. Finanziamenti a fondo perduto per la ripresa – Regione Lombardia
  2. Credito Adesso Evolution per il finanziamento agevolato del capitale circolante.
  3. AL Via per progeti d’innovazione in parte con contributo a fondo perduto ed in parte con finanziamento agevolato con il 70% di garanzia regionale.
  4. Finanziamenti a fo fondo perduto per la ripresa per pmi ed imprese artigiane lombarde.

Iscrizione gratuita alla  Newsletter

 

Una volta al mese ti manderò dei contenuti nuovi.

Quali sono i contenuti mensili che ti mando?
Sono delle informazioni sui  bandi per finanziamenti a fondo perduto ed agevolati per sviluppare la tua impresa oppure per finanziare una startup per una tua idea che è nel tuo “cassetto dei sogni “da poco o molto tempo.

( direttore Epc )

Direttore di Epc , sono laureato in Scienze Politiche all’Università La Sapienza di Roma e mi sono sempre occupato di sviluppo locale, gestendo progetti complessi dall’ideazione alla rendicontazione. Con tanti anni di esperienza ho maturato la capacità di individuare gli strumenti idonei che l’impresa può utlizzare per i suoi programmi di sviluppo, anche in fase di start up innovative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.