Finanziamenti a fondo perduto per la ripresa – Regione Lombardia

Regione Lombardia promuove una misura per favorire la ripresa delle attività dei settori maggiormente colpiti dalla crisi pandemica, con particolare riferimento al tessuto economico-sociale delle Aree Interne lombarde. L’obiettivo è di sostenere le piccole medie imprese – PMI che vogliono investire in uno di questi ambiti: transizione digitale, transizione green e sicurezza sul lavoro.

Sono due le linee della misura:

  • LINEA A Artigiani 2021
  • LINEA B Aree interne.

I criteri della misura sono stati approvati con delibera di Giunta regionale n. 5130 del 2 agosto 2021, disponibile in allegato.

CHI PUÒ PARTECIPARE
– LINEA A Artigiani 2021

La linea A è rivolta alle PMI artigiane.
– LINEA B Aree interne

La linea B è rivolta alle PMI:
– che hanno la sede oggetto del contributo in una delle Aree interne di Regione Lombardia: Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo – Oltrepò Pavese e Valli del Lario – Alto Lago di Como
– che appartengono a uno dei seguenti settori:
1. imprese artigiane
2. settori I55.1 – alberghi e strutture similiI55.3 – aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotteI55.20.30 – rifugi di montagna
3. settore I.56 – attività dei servizi di ristorazione e somministrazione con esclusione del codice I.56.29 – mense e catering continuativo su base contrattuale.


DOTAZIONE FINANZIARIA
€ 10 MLN. di risorse del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – FESR, di cui € 3,8 MLN. sono destinati alle sole imprese con sede in una delle Aree Interne della Regione Lombardia: Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo – Oltrepò Pavese e Valli del Lario – Alto Lago di Como.


CARATTERISTICHE DELL’AGEVOLAZIONE
Per entrambe le linee è prevista la concessione di un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili. Il contributo massimo è di € 40.000.
Interventi ammissibili al contributo a fondo perduto:
LINEA A – Artigiani 2021: sono ammissibili investimenti di importo minimo di € 15.000da realizzare unicamente in Lombardia e da rendicontare entro il 28 ottobre 2022.
LINEA B – Aree interne: sono ammissibili investimenti per un ammontare minimo di € 15.000 da realizzare unicamente in una delle Aree Interne della Regione Lombardia (Alta Valtellina e Valchiavenna, Appennino Lombardo – Oltrepò Pavese e Valli del Lario – Alto Lago di Como) e da rendicontare entro il termine massimo del 28 ottobre 2022.

Le spese ammissibili sono elencate nell’Allegato A alla delibera n. 5130.
Le spese fatturate dal 2 agosto 2021, data di approvazione della delibera n. 5130, devono essere quietanzate dopo la data di presentazione della domanda; sono ammessi i pagamenti in acconto prima della data della domanda solo se effettuati dopo la data di approvazione della delibera n. 5130.


( direttore Epc )

Direttore di Epc , sono laureato in Scienze Politiche all’Università La Sapienza di Roma e mi sono sempre occupato di sviluppo locale, gestendo progetti complessi dall’ideazione alla rendicontazione. Con tanti anni di esperienza ho maturato la capacità di individuare gli strumenti idonei che l’impresa può utlizzare per i suoi programmi di sviluppo, anche in fase di start up innovative.

Cesare Musotto

Direttore di Epc , sono laureato in Scienze Politiche all'Università La Sapienza di Roma e mi sono sempre occupato di sviluppo locale, gestendo progetti complessi dall'ideazione alla rendicontazione. Con tanti anni di esperienza ho maturato la capacità di individuare gli strumenti idonei che l'impresa può utlizzare per i suoi programmi di sviluppo, anche in fase di start up innovative.

Cesare Musotto ha 14 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Cesare Musotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.